Marduk e Atra-Hasis

Marduk e Atra-Hasis

Perché gli ILLUMINATI (cioè i 40 banchieri ebrei, padroni S.p.A., del fondo monetario internazionale, insomma quelli che ci vendono le banconote per soldi veri e a cui dobbiamo pure gli interessi chiamati debito pubblico) sono satanisti e seguono il culto Babilonese del dio Marduk e di Atra-Hasis?


Perché gli ILLUMINATI sono satanisti e seguono il culto Babilonese del dio Marduk e di Atra-Hasis?

Perché sono convinti di essere dei anche loro!

In effetti, come loro sono invisibili, grazie alla complicità della massoneria, che fa unificare tutti i ricchi da destra a sinistra in un unico minestrone, in un abbraccio che però è mortale per il popolo!

Secondo voi gli Illuminati, lasceranno il potere che di fatto hanno sul Mondo, perché si sono messi una mano sulla coscienza?

Certo, se credessero in JHWH avrebbero anche una coscienza, ma essi hanno fatto la scelta interessata e irreversibile di Satana e dell'Anticristo.

E poi, devono sudare per vivere?

E allora, voi che esistete a fare?

Così, preferiscono continuare a fare i vampiri dei popoli, portando al genocidio il terzo mondo e noi alla disperazione.

Infatti, nell'epopea babilonese di Atra-Hasis (il molto intelligente), nel 1600 a.C., si dice molto chiaramente:

Quando gli dei, alla maniera degli uomini, sopportavano il lavoro e subivano la fatica, la fatica degli dei era grande, pesante il loro lavoro, immenso il loro sconforto.

La differenza tra la mitologia di Genesi e quella di tutti i popoli antichi è infinita! Anche se si fa riferimento allo stesso linguaggio e agli stessi simboli i contenuti valoriali sono diametralmente opposti.

Mentre le mitologie antiche vedono la creazione dell'uomo in funzione del suo assoggettamento e sfruttamento, ovvero l'uomo è creato per assecondare le necessità degli dei. YHWH in Genesi essendo perfetto e buono, crea l'uomo e lo arricchisce enormemente unicamente per la soddisfazione della reciproca felicità.

Ma Satana, insieme al banchiere Ebreo Marrano hanno spogliato l'uomo di ogni bene e di ogni sovranità reale, rendendolo schiavo nella maniera più brutale: “schiavo inconsapevole!”.

Volete far uccidere me, come avete fatto uccidere Kennedy?

Può essere un'ottima soluzione! Ma nonostante voi facciate scorrere il sangue umano a fiumi, passando per 11 settembre, una sola goccia del mio sangue vi soffocherà. Io ho in me, la fede in una GIUSTIZIA, che supera enormemente quella degli altri esseri umani che siete riusciti ad asservire.

Mentre sto terrorizzando, tutti insieme i satanisti di tutto il mondo – evento mai verificatosi – voi sapete che comunque (più da morto che da vivo), dovrete comparire davanti alla mia giustizia.

Come lo posso dimostrare questo?

In moltissime deduzioni logiche ed inequivocabili, per esempio:

  • chi sa che Kennedy, osò stampare dollari in nome del popolo americano e quindi banconote prive del diritto di signoraggio? E certo, siete voi i nostri veri signori e vi dobbiamo il signoraggio.

  • chi sa che il suo successore, come primo atto del suo governo, ritirò tale denaro stampato in nome del popolo, e come ogni Costituzione prevede?

Per questo, le persone più colpevoli di pena di morte sono i giudici, poiché rappresentano la GIUSTIZIA, mentre essi sanno bene, pur lamentandosi ipocritamente, che la paralisi dell'azione giustizia, la degradazione morale e culturale dei nostri popoli è una realtà studiata a tavolino dal Banchiere internazionale ed eseguita, portata a compimanto dal massone, che sempre ricopre le più alte cariche istituzionali. E i politici che si azzuffano di giorno, poi finisco per abbracciarsi di notte come fra massoni, degni di tale livrea infernale.

Per concludere questa:

deprivazione generale del popolo, che rimane sostanzialmente coi mezzi di sussistenza,

  1. violenza istituzionale-burocratica,

  2. violenza della delle tante baronie e clientele,

  3. violenza della criminalità da quella piccola a quella dei colletti bianche,

  4. violenza della paralisi dell'azione giudiziaria completamente pianificata,

  5. violenza della frattura tra l'azione politica e i cittadini,

  6. violenza della fruizione dei diritti fondamentali di fatto appannaggio solo delle classi ricche.


Tutta queste ipocrisia che vede ogni istituzione al suo posto come ipocritamente e apparentemente funzionante, ma di fatto svuotata di rilevanza dinamica e operativa. Tutto questo è stato pianificato da secoli, come è pianificato che la situazione è destinata a peggiorare fino a trasformale l'uomo in un animale da soma e che non si chiede più se possa esistere un modo diverso di vivere.


*********************

Angolo dell'umorismo:

“sapete perché sono sempre felice? Perché non ho il tempo per piangere!”

by lorenzo scarola

------------------------------

È una grande gioia poter riposare sicuri nelle braccia di Dio:

Quando vedo la tua santità,

quando ammiro il tuo splendor,

la tua luce mi rischiara

e le tenebre svaniscono.

Rit:. Io ti adoro! Io ti adoro!

Per me vivere è Te,

è incontrare Te.


La relazione con Dio

Noi siamo un progetto d'amore di Dio.

Cioè siamo stati creati non per assecondare un bisogno di Dio, ma unicamente perché Dio vuole trasmettere la sua felicità e la sua ricchezza. Insomma, Dio non ha bisogno di nulla e sente invece il bisogno di donarsi nella giustizia e nella libertà.

Tuttavia, per tutta questa Creazione e Redenzione (perfetta immolazione del Cristo), Dio da noi si aspetta qualcosa: AMORE.

Poiché LUI, che è infinitamente perfetto e quindi non sottoposto a nessun bisogno, l'unica cosa che gli si può offrire è la: LODE, l'ADORAZIONE.

Queste sono una FORMA SUBLIME di RICONOSCENZA, GRATITUDINE ED AFFETTO.

Chiunque le vive ora, fa l'esperienza che una fetta di Paradiso, scende subito nel suo cuore.


Per questo, se avremo il giusto atteggiamento, Dio non ci farà aspettare neanche 30 secondi, per incominciare ad avere una relazione con noi.

Infatti, nella Creazione e nella Redenzione JHWH – Dio, ci ha dimostrato l'intensità del Suo AMORE.


Ma adesso, sorge un enorme problema:

1- o JHWH deve ridursi e degradarsi per venire al nostro livello;

2- o JHWH deve elevarci al suo livello.


Perché non ci può essere relazione, se non c'è uguaglianza, allora se Dio vuole questa relazione fondata sull'amore, in qualche modo deve trovare una uguaglianza con noi.


Ma dobbiamo partire da quale realtà?

Osservando la sua infinità intransigente e assoluta santità per bene, unita alle esigenze della Sua infinita giustizia. Capiamo chiaramente che LUI non può fare nulla di ingiusto. Ma avere relazione e amicizia con noi, lo renderebbe ingiusto.

Sappiamo che neanche gli angeli e che cioè, nessuna creatura può avere la speranza di avere una relazione con Dio.

La Bibbia dice chiaramente che: “Dio vede peccati (imperfezioni o omissioni) negli angeli” e che “il giusto (l'uomo più perfetto) pecca sette volte al giorno”.

Bisogna considerare che non ci può essere alcuna possibilità, neanche teorica, di poter considerare una relazione con LUI, perché Dio è la negazione di ogni imperfezione a livello infinito.

<<<<<<<<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>>>>>>

La soluzione può essere trovata solamente in Cristo

l'opera della Redenzione

Cristo ha tre requisiti:

1- è vero uomo, per rendersi colpevole al posto nostro, quale nostro rappresentante.

2- è veramente Dio, per soddisfare la infinita giustizia del Padre offesa dal peccato dell'uomo, che non essendo infinito rimarrà in una condizione di insolvenza perpetua.

3- è innocente, non avendo mai commesso un peccato in 37 anni di vita.


Allora, Cristo da solo e gratuitamente ha compiuto in maniera perfetta la nostra Redenzione, superando enormemente la situazione che fu di Adamo, nel paradiso terrestre. A noi basta solo credere in Cristo e nella sua opera, a noi basta la fede di essere in Cristo.


Allora, solo in Cristo, come VERI figli, possiamo avere l'accesso al Padre.

Infatti, se siamo rivestiti di Cristo siamo rivestiti delle sue perfezioni e se noi ci vediamo imperfetti Dio ci vede infinitamente perfetti e suoi legittimi rappresentanti divenendo la giustizia di Dio, tocca a noi giudicare il mondo e le opere del mondo.


Possiamo andare, dove gli angeli non possono, senza prenotazione possiamo andare nel luogo più intimo e possiamo dire: “papà” - “abba”.

Possiamo sederci sulle sue ginocchia e possiamo farci - come piccoli bimbi - accarezzare i capelli.


Lui, non è maschio è purissimo spirito!

Lui, essendo amore perfetto e quindi amore di padre è anche amore di madre!


Chi ha questa fede, come San Paolo può dire:

Non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me!


Questo è proprio vero perché:

1- ho creduto in Cristo e nella Sua opera!

2- mi sono nutrito di Cristo!

3- ho ricevuto il suo Spirito Santo che grida: “Abba, Padre!”

4- sono battezzato nella sua morte e resurrezione e quindi sono “nato di nuovo” nella vita del Figlio di Dio, ovvero di Cristo Gesù nostro Signore.


Così ora, vivo effettivamente e fisicamente, in due luoghi contemporaneamente:

  • su questo pianeta

  • nei luoghi celesti.


Se io con tutto il mio essere sono già nei luoghi celesti dove non c'è imperfezione, allora non c'è nessuna malattia o morte o necessità che mi può piegare e se io mi mantengo fermo in questa fede ancorata e purificata continuamente dalla abbondante Parola di Dio, io devo regnare anche adesso.

Infatti è scritto che tutte le potenze (anche quelle politiche), ora si DEVONO sottomettere, loro malgrado, alla Signoria di Cristo che siede sul Trono.

I cristiani, oggi invece: soffrono, piangono e subiscono di tutto, perché l'eresia del modernismo chiude la porta del regno dei cieli agli uomini.

E gli uomini, resi increduli da questi falsi maestri perdono le loro ricchezze, quelle che Cristo ha preso già e gia a messo per loro nei luoghi celesti andranno perdute per sempre.

Nessuno ha insegnato loro a prendere queste ricchezze dai luoghi celesti e a portarle sulla terra.


Chi sa credere veramente, per fede pura e arida che fin d'ora, in senso assoluto e quindi anche fisicamente o economicamente possono camminare sulla terra come in cielo perfettamente:

  1. perdonati

  2. purificati

  3. rinnovati

  4. santificati

  5. trasfigurati

  6. guariti

  7. liberati

  8. ricchi


  9. vittoriosi

  10. trionfanti

  11. glorificati

  12. divinizzati